Studio Responsive è il frutto dell’esperienza oltre ventennale di un team di professionisti della CONSULENZA per la realizzazione di Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente e Sicurezza; professionisti della FORMAZIONE tradizionale e integrata con le nuove tecnologie e professionisti della COMUNICAZIONE.
I clienti sono il nostro patrimonio per cui lavoriamo con passione, chiarezza e trasparenza, al giusto prezzo e nel rispetto di tutti. Abbiamo un approccio innovativo al lavoro mettendo l’innovazione al servizio dei nostri clienti, traducendola in percorsi semplici con obiettivi reali, utili e verificabili. Crediamo nell’etica del lavoro, nella partecipazione e nella collaborazione, perché fare rete consente di ottenere risultati migliori e duraturi nel tempo. Per questi e tanti altri motivi, siamo orgogliosi di poter affermare di avere clienti che si affidano a noi da oltre vent’anni. Sfoglia la nostra brochure di presentazione.

Studio Responsive, in qualità di Learning Services Provider, ha ottenuto la certificazione del Sistema di Gestione dei servizi per l'apprendimento relativi all'istruzione e alla formazione non formale secondo lo standard internazionale di riferimento UNI ISO 29990:2011 e la certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità  ISO 9001:2015 per la progettazione ed erogazione di servizi per l'aggiornamento professionale e la formazione continua (Learning Management System); la gestione ed erogazione di servizi di ingegnerizzazione di prodotti formativi (Learning Services Provider); la progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per Sistemi di Gestione aziendale per certificazione di prodotto obbligatoria e volontaria.

FormaziendaStudio Responsive opera in qualità di struttura formativa accreditata a Formazienda, Fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua (n° accreditamento EF_00139 del 31/07/2014). Tramite Studio Responsive, le aziende che scelgono di aderire gratuitamente al Fondo, hanno la possibilità di ricevere finanziamenti destinati alla formazione dei lavoratori dipendenti. Più info...

CODICE ETICO (rev0/2014)

Ai sensi del D.lgs. 231 del 2001 “disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell’articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n°300”

1. PREMESSA

1.1 Chi siamo  - Studio Responsive tra passato e futuro
Studio Responsive S.r.l. racchiude l’esperienza di oltre vent’anni di professionisti della consulenza per le imprese in ambito Qualità, Ambiente e Sicurezza; Professionisti della Formazione tradizionale integrata con le nuove tecnologie; professionisti della Comunicazione off-line e on-line.
 Studio Responsive S.r.l. rientra nel repertorio speciale delle Start-Up Innovative in quanto i servizi resi avranno, in tutti casi in cui sarà possibile ed in base allo sviluppo delle soluzioni tecnologiche che si andranno man mano adottando, il connotato di “RESPONSIVE”, in quanto volgiamo essere pronti, reattivi e adattabili a soddisfare le esigenze dei clienti in termini di tempi, costi e contenuti, impiegando tutti gli strumenti tecnologici disponibili e creandone di specifici. Per questo ci siamo dotati di una struttura tecnica dedicata alla Ricerca&Sviluppo che opera con Studio Responsive in Partnership ed in esclusiva sui progetti principali.
 Da sempre sosteniamo lo sviluppo sostenibile come obiettivo dei processi produttivi e organizzativi, individuando nella valorizzazione dell’individuo e dell’ambiente, nella cooperazione e nel fare sistema i principali strumenti di miglioramento sociale, economico e culturale. Il compito che ci siamo dati è di aiutare le imprese ad acquisire quelle competenze necessarie a mantenere alta l’artigianalità e l’originalità delle produzioni, conservarla e tramandarla nel tempo, aggiornandola in chiave tecnologica, sistemica ed etica per un successo duraturo nel tempo.

1.2 Il Modello Organizzativo
Studio Responsive S.r.l. ha adottato un Modello organizzativo impostato su in Sistema di Gestione Integrato e conforme alle Norme UNI EN ISO 9001:2008 “Sistemi di gestione per la qualità. Requisiti”, UNI ISO 29990:2011 “Servizi per l'apprendimento relativi all'istruzione e alla formazione non formale - Requisiti di base per i fornitori del servizio” ed ai Requisiti del D.Lgs 231/01 e s.m.; Il SGI recepisce inoltre delle Norme UNI EN ISO 14001:2004 “Sistemi di gestione ambientale” e OHSAS 18002:2008 “Sistemi di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro” i requisiti applicabili alle attività di Studio Responsive.

1.3 Adeguamento alla Compliance* prevista dal D.Lgs. 231/2001: adozione del Codice Etico
Il presente Codice Etico è stato redatto tenendo conto sia dello stato dell’arte di Studio Responsive S.r.l. al momento dell’emissione che della possibile evoluzione anche in termini societari e di crescita occupazionale. 
Studio Responsive impronta la sua attività e la sua crescita su una condotta solida, fedele a valori di onestà e correttezza in ogni processo di lavoro quotidiano. I principi ai quali si deve ispirare l’attività della nostra Società nel realizzare la sua mission sono dunque la rigorosa osservanza della legge, la concorrenza leale, il rispetto degli interessi legittimi di tutte le parti interessate e, in particolare, dei beneficiari delle azioni formative ed orientative.
Il D.lgs 8 giugno 2001 n. 231, recante “Disciplina delle responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica”, ha introdotto per la prima volta nel nostro ordinamento la responsabilità in sede penale della persona giuridica che si aggiunge a quella della persona fisica che materialmente ha realizzato il fatto illecito.
L’ampliamento della responsabilità mira a coinvolgere, nella punizione di taluni illeciti penali, il patrimonio delle società e, in definitiva, gli interessi economici dei soci, i quali, fino all’entrata in vigore di tale legge, non pativano conseguenze dalla realizzazione di eventuali reati commessi, con vantaggio della società stessa, da amministratori e/o da dipendenti. Questa nuova responsabilità sorge soltanto in occasione della realizzazione di determinati tipi di reati, specificatamente indicati dalla legge, da parte di soggetti legati a vario titolo all’azienda e solo nell’ipotesi che la condotta illecita sia stata realizzata nell’interesse o a vantaggio dell’azienda stessa.
Si precisa che tra i reati indicati dalla normativa, si sono ritenute ipotizzabili, per i settori oggetto della nostra attività di servizio, soltanto alcune fattispecie, per le quali sono stati individuati gli specifici rischi connessi all’operatività aziendale e definite pertanto le regole di comportamento da adottare. Per altre fattispecie si è valutato che l’ipotesi di reato fosse del tutto astratta, ma si è ritenuto comunque corretto, e in linea con il sistema di valori appartenenti a Studio Responsive e alle sue origini, richiamare nel presente Codice l’attenzione sulla necessità di adottare in ogni caso una condotta adeguata alla reputazione aziendale ed a quella dei suoi fondatori. Infine alcune fattispecie non sono state prese in considerazione in quanto non sussistono gli estremi organizzativi e/o di assetto societario per la commissione di tali reati.
Lo stesso Decreto prevede peraltro l’esclusione della responsabilità dell’azienda qualora la stessa provi, tra l’altro, di aver adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto illecito, un “Modello di organizzazione, gestione e controllo” idoneo a prevenire i reati della specie. di quello verificatosi e di aver affidato il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza del Modello ad un organismo interno (“Organismo di Vigilanza”) dotato di autonomi poteri di iniziativa e controllo. Il rispetto del Modello di organizzazione, gestione e controllo diviene, peraltro, parte essenziale del rapporto di lavoro o di collaborazione.
* Il termine compliance normativa (o regulatory compliance) si intende la conformità a determinate norme, regole o standard; nelle aziende la compliance normativa indica il rispetto di specifiche disposizioni impartite dal legislatore, da autorità di settore, da organismi di certificazione nonché di regolamentazioni interne alle società stesse. Il concetto di compliance in azienda è solitamente associato anche al concetto di onestà ed etica nei comportamenti, spesso in relazione a veri e propri codici etici o principi deontologici dei settori di appartenenza.

Alla luce di quanto sopra, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato l’adozione un “Modello di organizzazione, gestione e controllo” e ha istituito un Organismo di Vigilanza (con delibera del 30/05/2014). Nell’ambito delle azioni di prevenzione è stato anche predisposto il presente “Codice Etico” che contiene una serie di principi di deontologia aziendale che la nostra agenzia riconosce come propri e sui quali intende richiamare l’osservanza da parte di tutti coloro che contribuiscono al perseguimento dei fini aziendali; questo anche oltre le specifiche previsioni del D.Lgs. 231/2001 e dunque indipendentemente dal fatto che la società tragga interesse o vantaggio da eventuali
comportamenti illeciti.
 Ogni comportamento aziendale deve essere immediatamente riconducibile a questi principi. È importante quindi definire con chiarezza l’insieme dei valori che Studio Responsive riconosce, accetta, condivide e applica a tutti i livelli, senza distinzioni o eccezioni. Pertanto i collaboratori, a qualunque titolo e indipendentemente dalla natura contrattuale del rapporto, nonché i partner, sono tenuti ad adeguare i propri comportamenti alle disposizioni del Codice Etico.
 La volontà di Studio Responsive è quella di affermare che poteri conferiti e responsabilità attribuite non possono comunque prescindere dal rispetto delle regole di funzionamento dell’organizzazione alle quali ognuno si deve uniformare per le parti di propria competenza. In tale contesto e con ferma convinzione per combattere comportamenti lontani dalla deontologia aziendale, si sottolinea che ogni persona che prende parte alle attività di Studio Responsive può e deve presentare proposte di miglioramento finalizzate a chiarire sempre meglio l’operatività aziendale, affinché sempre più si risponda a un principio generale di trasparenza e correttezza. 
La formalizzazione di un sistema sanzionatorio, meglio dettagliato successivamente (paragrafo 6. “Provvedimenti disciplinari conseguenti alle violazioni”), completa il quadro di riferimento, a riprova del fatto che le violazioni alle regole stabilite sono lesive del rapporto di fiducia instaurato.

2. GENERALITÀ

2.1 Chiarimenti / Approfondimenti
Il codice etico è uno strumento integrativo delle norme di comportamento dettate dal legislatore: il rispetto della legge, pur essendo una condizione fondamentale ed imprescindibile, non è ritenuto sufficiente. Studio Responsive pretende che tutte le decisioni della società stessa ed i comportamenti del proprio personale siano basati su regole etiche, anche nei casi in cui esse non dovessero essere esplicitamente codificate in disposizioni cogenti. Con il termine personale si intende l’insieme delle persone che lavorano per e con Studio Responsive: dipendenti, amministratori e collaboratori a titolo diverso (ad esempio collaboratori continuativi od occasionali, professionisti e simili). Il codice vuole esprimere gli impegni e le responsabilità etiche assunti da quanti, a vario titolo, collaborano alla realizzazione degli obiettivi di Studio Responsive, nei confronti di vari soggetti portatori di interessi legati all’attività di Studio Responsive stessa (c.c. stakeholders).
 Particolare attenzione è richiesta ai Responsabili, nonché all’Organismo di Vigilanza (OdV), che hanno il compito di vigilare sul funzionamento del codice e di curarne l’aggiornamento. Tali soggetti sono chiamati a garantire che i principi adottati siano costantemente applicati ed a mantenere un comportamento che sia di esempio ai dipendenti ed ai collaboratori.

2.2 Ambito di applicazione
Il presente Codice si applica a tutte le attività di Studio Responsive, poiché esso è l’insieme dei valori, dei principi, delle linee di comportamento cui devono ispirarsi i membri del Consiglio di Amministrazione, la Direzione, i dipendenti e i collaboratori, i fornitori, i partner di ATI/ATS e, in generale, tutti i terzi che entrano in rapporto con Studio Responsive nell’ambito della propria attività lavorativa e tutti coloro che direttamente o indirettamente, stabilmente o temporaneamente, instaurano relazioni o operano nell’interesse della stessa. Il codice è messo a disposizione anche degli allievi / corsisti e di tutti i clienti/utenti dei nostri servizi.
 Studio Responsive promuove i principi del presente Codice Etico presso i Clienti e i Committenti nella convinzione che i rapporti economici con il proprio mercato di riferimento non possano che essere improntati alla massima serietà, rettitudine e responsabilità personale.
Il Codice Etico è strumento di promozione dei principi Studio Responsive, oltre ad essere una linea guida volta a favorire indirizzi univoci di comportamento e si pone pertanto come ulteriori obiettivi nell’ambito della sua mission la correttezza e l’efficienza economica nei rapporti interni ed esterni all’organizzazione, rapporti che devono essere improntati al concetto di “sostenibile” ed “ecologico” nell’accezione più ampia dei termini, in un’ottica di equità nell’operato a tutti i livelli aziendali e nei confronti di tutte le parti coinvolte. 
Il Codice Etico è una linea guida nei rapporti economici, finanziari, sociali, relazionali, con particolare attenzione alle tematiche di conflitti d’interesse, ai rapporti con la concorrenza, con i clienti, con i fornitori, con la Pubblica Amministrazione (Comuni, Province, Regioni, Comunità Europera, ecc…)e con gli Enti Locali e /o Nazionali.

2.3 Meccanismi applicativi del codice etico

2.3.1 Diffusione e comunicazione

Studio Responsive si impegna a diffondere il codice etico, utilizzando tutti i mezzi di comunicazione e le opportunità a disposizione come, ad esempio, il sito Internet, le riunioni di informazione e la formazione del personale. Tutte le persone/soggetti istituzionali/aziende che per necessità lavorative entrano in contatto con la nostra agenzia hanno la possibilità di consultare il codice etico, conoscerne i contenuti e sono tenuti ad osservare quanto è in esso prescritto. Allo scopo di assicurare la corretta comprensione del codice da parte dei dipendenti, sarà predisposto un piano di formazione volto a favorire la conoscenza dei principi e delle norme etiche. Le iniziative di formazione sono differenziate, a seconda del ruolo e della responsabilità delle persone; per i neo assunti è prevista l’illustrazione dei contenuti del codice etico, di cui è richiesta l’osservanza.
 Nei confronti di soggetti terzi si curerà la corretta informazione, anche tramite indicazioni personalizzate (es. sulle richieste di offerta inviate ai Fornitori o sulle fatture, su carta intestata).

2.3.2 Integrazione con altri sistemi / modelli organizzativi
Studio Responsive, dopo un’attenta analisi e valutazione dei rischi connessi al D.Lgs. 231/2001 e succ. agg., ha individuato nel proprio sistema di gestione integrato UNI EN ISO 9001 e UNI ISO 29990 lo strumento fondamentale per definire processi, attività e responsabilità afferenti all’operatività aziendale e creare, di conseguenza, attraverso la documentazione messa a punto, una linea guida prescrittiva da utilizzare come riferimento. L’impostazione data tende a fare in modo che le operazioni e le transazioni rilevanti siano evidenziate nell’ambito della descrizione dei processi e che ognuna di esse avvenga da parte di personale autorizzato (essendo possibile evincere tale autorizzazione da procedure, attribuzioni di poteri, lettere di incarico, delibere del CdA, mansionari, disposizioni organizzative) nel rispetto del requisito di tracciabilità. 
Le procedure potranno essere scritte o essere evinte dall’utilizzo di specifici software o dalle registrazione su apposita modulistica.

2.3.3 Vigilanza in materia di attuazione del codice etico
Il compito di verificare l’attuazione e l’applicazione del codice etico ricade su:

- Direzione Generale

- Consiglio di Amministrazione
- Organismo di Vigilanza, come più avanti individuato.

Competono comunque all’Organismo di Vigilanza (OdV) i seguenti compiti:

- comunicare ai responsabili, per l’assunzione dei provvedimenti opportuni, le segnalazioni ricevute in materia di violazioni del codice etico

- esprimere pareri vincolanti in merito alla revisione delle più rilevanti politiche e procedure, allo scopo di garantirne la coerenza con il codice etico

- contribuire alla revisione periodica del codice etico: a tale fine, l’OdV formula le opportune proposte al Consiglio di Amministrazione, che provvede a valutarle e, eventualmente, ad approvarle e formalizzarle.

2.3.4 Segnalazione di problemi o sospette violazioni
Chiunque venga a conoscenza, o sia ragionevolmente convinto dell’esistenza di una violazione del presente codice, di una determinata legge o delle procedure aziendali, ha il dovere di informare immediatamente il proprio responsabile e/o l’Organismo di Vigilanza (odv@studioresponsive.com). La segnalazione deve avvenire per iscritto ed in forma non anonima. Studio Responsive porrà in essere i necessari accorgimenti ed azioni correttive, che tutelino i segnalatori da qualsiasi tipo di ritorsione. La responsabilità di svolgere indagini, su possibili violazioni del codice etico e altre procedure del modello organizzativo, spetta all’Organismo di Vigilanza, che potrà avvalersi del supporto di personale interno in qualità di “consulenti” dello stesso e che provvederà alle opportune segnalazioni.

2.3.5 Entrata in vigore
Il presente Codice Etico entra in vigore a partire dalla sua approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione e viene attuato insieme al Modello di organizzazione, gestione e controllo predisposto ai sensi del D.Lgs. 231/2001 la cui adozione è stata approvata nella medesima seduta. Ogni variazione o integrazione successiva è approvata dal Consiglio di Amministrazione e diffusa secondo quanto previsto dal Modello e dalle procedure del sistema di gestione integrato.

3. PRINCIPI GENERALI DEL MODELLO

3.1 Procedure operative e protocolli decisionali
Allo scopo di prevenire violazioni delle normative vigenti, nonché del codice etico, Studio Responsive ha previsto l’adozione di procedure specifiche (“Processi”), da parte di tutti coloro che intervengono nel processo operativo, finalizzate all’identificazione dei soggetti responsabili dei processi di decisione, autorizzazione e svolgimento delle operazioni. È necessario che le singole operazioni siano svolte nelle varie fasi da soggetti diversi, le cui competenze siano chiaramente definite e conosciute nell’ambito dell’organizzazione, in modo da evitare che siano attribuiti poteri illimitati o eccessivi a singoli soggetti.
Tutte le azioni e le operazioni legate ai processi chiave di Studio Responsive hanno una registrazione adeguata ed è possibile la verifica del processo di decisione, autorizzazione e svolgimento delle operazioni.
Per ogni operazione vi è un adeguato supporto documentale al fine di potere procedere, in ogni momento, all’effettuazione di controlli che attestino le caratteristiche e le motivazioni dell’operazione ed individuino chi ha autorizzato, effettuato, registrato e verificato l’operazione stessa. Principi già ampiamente adottati ed in uso in conformità a quanto prescritto dal Sistema di Gestione Integrato certificato a fronte delle Norme UNI EN ISO 9001:2008 e UNI ISO 29990:2011.
 Il presente codice etico viene approvato dal Consiglio di Amministrazione di Studio Responsive e verrà adeguatamente aggiornato, ogni revisione dovrà essere verificata dall’OdV ed approvata dal CdA.
 Ogni variazione e/o integrazione del presente documento sarà approvata dal Consiglio di Amministrazione, previa consultazione dell’Organo di Vigilanza, con informazione relativa diffusa tempestivamente agli interessati come da procedura di invio dei documenti del SGI prestabilite.

3.2 Principi di comportamento per l’organizzazione
Non sono considerati etici i comportamenti di chiunque, singolo od organizzazione, cerchi di appropriarsi dei benefici della collaborazione altrui, sfruttando posizioni di forza. E tutti quei comportamenti che non rispettano il presente codice e i principi che lo ispirano.
 Nello svolgimento della propria attività l’Studio Responsive si conforma ai principi contenuti nel presente Codice Etico e quindi si impegna al:
Rispetto di leggi e regolamenti - Studio Responsive opera nel rigoroso rispetto della legge e si adopera affinché tutto il personale agisca in tale senso: le persone devono tenere un comportamento conforme alla legge, quali che siano il contesto e le attività svolte. Tale impegno deve valere anche per i consulenti, fornitori, clienti e per chiunque abbia rapporti con l’Studio Responsive.

Integrità di comportamento - Studio Responsive si impegna a fornire servizi di qualità ed a competere sul mercato secondo principi di equa e libera concorrenza e trasparenza, mantenendo rapporti corretti con le istituzioni pubbliche, governative ed amministrative, con la cittadinanza e con i soggetti terzi.

Ripudio di ogni discriminazione - nelle relazioni con i suoi stakeholders (rapporti con gli allievi/e, rapporti con i clienti, rapporti con gli enti partecipanti, gestione del personale e organizzazione del lavoro, selezione e gestione dei fornitori, rapporti con le istituzioni), Studio Responsive evita ogni discriminazione in base all’età, al sesso, alla sessualità, allo stato di salute, alla razza, alla nazionalità, alle opinioni politiche ed alle credenze religiose dei suoi interlocutori. Il medesimo criterio viene adottato nella scelta di assunzione o di rapporti con il personale. Eventuali criteri di scelta di fornitori o di eventuali clienti basate su particolari scelte operative o di indirizzo potranno invece essere considerati e non andranno ad inficiare le regole del presente codice.

Valorizzazione delle risorse umane - rispetto della personalità e professionalità di ciascuna persona, con garanzia dell’integrità fisica e morale: il personale deve avere sempre una condotta rispettosa delle persone con le quali viene in contatto, per conto di Studio Responsive, trattando chiunque equamente e con dignità. Studio Responsive rifiuta ogni forma di lavoro coatto, o svolto da minori, e non tollera violazioni dei diritti umani.

Equità dell’autorità - nella gestione dei rapporti contrattuali che implicano l’instaurarsi di relazioni gerarchiche, Studio Responsive si impegna a fare in modo che l’autorità sia esercitata con equità e correttezza e che sia evitata ogni forma di abuso. Tali valori devono essere in ogni caso salvaguardati anche nelle scelte in merito alla organizzazione del lavoro.

Tutela di salute, sicurezza e ambiente - Studio Responsive intende condurre le sua attività in maniera socialmente responsabile e sostenibile dal punto di vista ambientale. Ha cura inoltre di diffondere corrette e veritiere informazioni riguardanti la propria attività.

Correttezza in ambito contrattuale - i contratti e gli incarichi di lavoro devono essere eseguiti secondo quanto stabilito consapevolmente dalle parti: Studio Responsive si impegna a non sfruttare condizioni di ignoranza o di incapacità delle proprie controparti.

Valorizzazione dell’attività di Studio Responsive - Studio Responsive si impegna nei confronti degli stakeholder a svolgere l’attività per il migliore raggiungimento degli obbiettivi sociali.

Trasparenza e completezza dell’informazione - nella formulazione di eventuali contratti o
comunque di regole disciplinanti rapporti con terzi, Studio Responsive ha cura di specificare le relative clausole in modo chiaro e comprensibile.

Protezione dei dati personali - Studio Responsive si impegna a trattare tali dati nei limiti ed in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente in materia di privacy, con specifico riferimento al Dlgs 196/2003 (“Codice della privacy”) e relativi allegati, nonché le prescrizioni del Garante per la protezione dei dati personali. Il personale di Studio Responsive che si trova, nell’ambito delle mansioni lavorative, a trattare dati, sensibili e non, deve procedere sempre nel rispetto della suddetta normativa e delle istruzioni operative impartite. Studio Responsive promuove la conoscenza della materia nell’ambito del proprio personale.

Trattamento delle informazioni - le informazioni in merito alle controparti sono trattate da Studio Responsive nel rispetto della riservatezza degli interessati, salve le particolarità delle singole fattispecie.

3.3 Principi di comportamento cui deve attenersi il personale
Le persone (amministratori, dipendenti e collaboratori) devono osservare i seguenti principi:

Professionalità - Ciascuna persona svolge la propria attività lavorativa e le proprie
prestazioni con diligenza, efficienza e correttezza, utilizzando al meglio gli strumenti ed il
tempo a sua disposizione, ed assumendosi le responsabilità connesse agli adempimenti.

Lealtà - le persone sono tenute ad essere leali nei confronti di Studio Responsive.

Onestà - nell’ambito della loro attività lavorativa, le persone sono tenute a conoscere e
rispettare con diligenza il modello organizzativo e le leggi vigenti. In nessun caso il
 perseguimento dell’interesse di Studio Responsive può giustificare una condotta non onesta o non rispettosa delle normative.

Correttezza - le persone non utilizzano a fini personali, se non nei limiti autorizzati, 
informazioni, beni ed attrezzature, di cui dispongono nello svolgimento della funzione o
dell’incarico loro assegnati. Ciascuna persona non accetta, né effettua, per sè o per altri,
 pressioni, raccomandazioni o segnalazioni, che possano recare pregiudizio a Studio Responsive o indebiti vantaggi per sè, a Studio Responsive o a terzi; ciascuna persona respinge, e non effettua, promesse di indebite offerte di denaro o di altri benefici.

Riservatezza - le persone assicurano la massima riservatezza, relativamente a notizie ed 
informazioni costituenti il patrimonio di Studio Responsive o inerenti all’attività di Studio Responsive, nel rispetto delle disposizioni di legge, dei regolamenti vigenti e delle procedure interne.

Risoluzione dei conflitti di interesse - le persone informano senza ritardo i propri superiori o referenti delle situazioni o attività nelle quali vi potrebbe essere un interesse in conflitto con quello di Studio Responsive, da parte delle persone stesse o di loro prossimi congiunti, ed in ogni altro caso in cui ricorrano rilevanti ragioni di convenienza. Le persone rispettano le decisioni assunte da Studio Responsive a tal proposito.

4. CRITERI DI CONDOTTA

4.1 Condotta nella gestione delle risorse umane

4.1.1 Principi generali

È politica di Studio Responsive promuovere un clima interno in cui ognuno interagisca con gli altri colleghi responsabilmente, onestamente, con dignità e rispetto reciproco. Studio Responsive mette in atto una gestione che garantisca le pari opportunità e si attiva per la rimozione di eventuali ostacoli al fine della effettiva realizzazione di tale situazione. Studio Responsive si adopera per la diffusione e la crescita tra il personale della consapevolezza che non c’è aspetto dell’attività lavorativa di ciascuno che non sia determinante ai fine della correttezza complessiva dell’operato dell’ente.

4.1.2 Formazione
Studio Responsive pone la massima attenzione nella valorizzazione delle competenze professionali dei collaboratori attraverso la realizzazione di iniziative formative finalizzate all’apprendimento degli elementi essenziali della professionalità, dell’aggiornamento delle competenze acquisite e di una sempre più adeguata consapevolezza e responsabile condivisione della mission aziendale.

4.1.3 Assunzioni / Gestione del rapporto
La valutazione del personale che opera a qualsiasi titolo (dipendenti, collaboratori, ecc.) è effettuata in base alla corrispondenza dei profili dei candidati, rispetto a quelli attesi ed alle esigenze di Studio Responsive, nel rispetto delle pari opportunità per tutti i soggetti interessati, nonché nel rispetto delle normative vigenti (in particolare artt. 4 e 8 legge 300/70). Le proposte di assunzione sono valutate su risultanze oggettive e l’eventuale assunzione o collaborazione segue scrupolosamente la procedure specificatamente dedicata. 
Le informazioni richieste sono strettamente collegate alla verifica degli aspetti previsti dal profilo professionale e psicoattitudinale, nel rispetto della sfera privata e delle opinioni del candidato.
 Studio Responsive adotta, nell’attività di selezione, opportune misure per evitare favoritismi ed agevolazioni.
Il personale è assunto con regolare contratto di lavoro o con contratti legalmente ammissibili; non è tollerata alcuna forma di lavoro irregolare.
 Alla costituzione del rapporto di lavoro la persona riceve dettagliate informazioni in merito a:

- caratteristiche della funzione e delle mansioni da svolgere
- elementi normativi e retributivi

- norme e procedure da adottare, al fine di evitare i possibili rischi per la salute / sicurezza associati all’attività lavorativa
- norme e procedure del sistema di gestione integrato (9001,29990, modello
organizzativo D. Lgs. 231/2001)
 Studio Responsive evita qualsiasi forma di discriminazione nei confronti del proprio personale. 
L’accesso a ruoli ed incarichi avviene sulla base delle competenze e delle capacità; inoltre, compatibilmente con l’efficienza generale del lavoro. 
La valutazione delle persone è effettuata in maniera allargata, coinvolgendo i responsabili, la funzione personale e, per quanto possibile, i soggetti che sono entrati in relazione con la persona esaminata. 
Studio Responsive salvaguarda i lavoratori da atti di violenza psicologica, e contrasta qualsiasi atteggiamento o comportamento discriminatorio. 
Il conseguimento degli obiettivi individuali deve essere valutato equamente, stabilendo criteri chiaramente enunciati, da utilizzare per valutare le capacità delle persone ed il loro contributo; i risultati raggiunti devono essere adeguatamente riconosciuti (come da specifiche procedure del SGI). 
La persona che ritenga di essere stata oggetto di molestie, o di essere stata discriminata per motivi legati all’età, alla sessualità, alla razza, allo stato di salute, alla nazionalità, alle opinioni politiche, alle credenze religiose, o simili, può segnalare l’accaduto, oltre che ai propri referenti, anche all’Organismo di Vigilanza. 
Le disparità di retribuzione o di trattamento non sono considerate discriminazione se giustificate, o giustificabili, sulla base di criteri oggettivi. 
I responsabili utilizzano e valorizzano tutte le professionalità presenti nella struttura, mediante l’attivazione delle leve disponibili per favorire lo sviluppo e la crescita delle persone: per esempio affiancamenti a personale esperto, esperienze finalizzate alla copertura di incarichi di maggiore responsabilità, corsi di formazione (come previsto da procedure del SGI)
 Costituisce abuso della posizione di autorità richiedere, come atto dovuto al superiore gerarchico, prestazioni, favori personali o qualunque comportamento che configuri una violazione del presente codice etico.
 Nel caso di riorganizzazione del lavoro, è salvaguardato il valore delle risorse umane prevedendo, ove necessario, azioni di formazione e/o di riqualificazione professionale.

4.1.4 Sicurezza e salute
Studio Responsive si impegna ad offrire un ambiente di lavoro in grado di proteggere la salute e la sicurezza del proprio personale, dei collaboratori e dei terzi.
 Tutte le persone devono rispettare le norme e procedure interne, in materia di prevenzione dei rischi e di tutela della salute e della sicurezza, e segnalare tempestivamente le eventuali carenze o il mancato rispetto delle norme applicabili. Ciascun collaboratore non deve esporre altri (interni ed esterni) a rischi inutili che possano provocare danni alla loro salute o allo loro incolumità fisica.
 Studio Responsive adotta le misure necessarie per la protezione della sicurezza e salute del personale, comprese le attività di prevenzione dei rischi professionali, d’informazione e formazione, nonché l’approntamento di un’organizzazione e dei mezzi necessari.

4.1.5 Tutela della privacy
Nel trattamento dei dati personali del proprio personale, Studio Responsive si attiene alle disposizioni contenute nel D. Lgs. 196/2003.
 Alle persone viene consegnata un’informativa sulla tutela dei dati personali che individua: finalità e modalità del trattamento, eventuali soggetti ai quali i dati vengono comunicati, nonché informazioni necessarie all’esercizio del diritto di accesso di cui all’articolo 13 del Dlgs 196/2003. Nei casi in cui la normativa lo esiga, alle persone viene chiesto il consenso, al trattamento dei loro dati personali.
 È esclusa qualsiasi indagine sulle idee, le preferenze, i gusti personali e, in generale, la vita privata dei dipendenti e dei collaboratori.
 Potranno essere adottati strumenti di controllo sull’utilizzo dei mezzi e strumenti aziendali, nel rispetto della normativa vigente.

4.2 Condotta del personale

4.1.2 Principi generali

Le persone sono tenute a porre in essere una condotta costantemente rispettosa dei diritti e della personalità dei colleghi e dei terzi in generale. Le persone devono agire lealmente, al fine di rispettare gli obblighi sottoscritti nel contratto di lavoro e quanto previsto dal codice etico, assicurando le prestazioni richieste. 
I responsabili sono chiamati ad esercitare il proprio ruolo con correttezza ed imparzialità e sono tenuti ad un comportamento di esemplare osservanza delle normative aziendali e del presente Codice Etico al fine di stimolare la responsabilità e lo spirito di emulazione nei propri collaboratori. 
Nell’ambito dell’esecuzione delle attività ogni collaboratore, a qualsiasi livello e per le parti di propria competenza, deve garantire la corretta rendicontazione delle attività svolte sia direttamente sia attraverso fornitori e/o altri collaboratori da lui coordinati. I relativi documenti di registrazione devono essere compilati con attenzione. Eventuali errori nell’imputazione devono essere preventivamente segnalati come non conformità ai propri referenti e successivamente corretti dando evidenza di tale correzione. Si segnala in particolare la necessità di seguire scrupolosamente le regole di compilazione e firma di documenti e registri formalmente utilizzati ai fini rendicontativi nei riguardi dei soggetti finanziatori, dei clienti e dei documenti richiesti nei bandi di gara.

4.2.2 Gestione delle informazioni
Le persone devono conoscere ed attuare quanto previsto dalle politiche aziendali, in tema di sicurezza delle informazioni, per garantirne l’integrità, la riservatezza e la disponibilità. Esse sono tenute ad elaborare i propri documenti utilizzando un linguaggio chiaro, oggettivo ed esaustivo, consentendo le eventuali verifiche da parte di colleghi, responsabili o soggetti esterni autorizzati a farne richiesta.

4.2.3 Riservatezza delle informazioni aziendali
Informazioni e know-how aziendali devono essere tutelati con la massima riservatezza. 
Le persone non espressamente autorizzate a rispondere a quesiti, o a fornire materiali richiesti dagli interlocutori interni o esterni a Studio Responsive, saranno tenute a consultarsi con i referenti e ad uniformarsi alle istruzioni impartite in merito. Nel caso in cui sia necessario trattare argomenti rilevanti, riservati o di natura economica, si avrà cura di adottare le misure necessarie affinché sia salvaguardata la riservatezza, secondo la natura degli elementi trattati. Sia durante, che dopo lo scioglimento del rapporto d’impiego/collaborazione con Studio Responsive, le persone potranno utilizzare i dati riservati in loro possesso esclusivamente nell’interesse di Studio Responsive e mai a beneficio proprio o di terzi.

4.2.4 Informazioni riservate su terzi soggetti
Il personale di Studio Responsive dovrà astenersi dall’impiego di mezzi illeciti, al fine di acquisire informazioni riservate su imprese ed enti terzi. Coloro che, nel quadro di un rapporto contrattuale, venissero a conoscenza di informazioni riservate su altri soggetti saranno tenuti a farne esclusivamente l’uso previsto nel rapporto in essere.

4.2.5 Conflitto di interessi
Tutte le persone di Studio Responsive sono tenute ad evitare situazioni in cui si possono manifestare conflitti di interessi e ad astenersi dall’avvantaggiarsi personalmente di opportunità di affari, di cui sono venute a conoscenza nel corso dello svolgimento delle proprie funzioni.
 Nel caso in cui si manifesti anche solo l’apparenza di un conflitto di interessi, la persona è tenuta a darne comunicazione al proprio referente o all’Organismo di Vigilanza.

4.2.6 Compensi illeciti, omaggi, spese di rappresentanza
Al personale di Studio Responsive è imposto il divieto di accettare o ricevere qualunque dono, gratifica o altro omaggio che possa influire sulle azioni da intraprendere, nello svolgimento delle loro mansioni lavorative. Quanto sopra non può essere eluso ricorrendo a terzi.
 Restano consentiti gli omaggi di modico valore (ad esempio omaggi natalizi).
 Le persone di Studio Responsive che ricevono omaggi o benefici diversi, da quelli che rientrano nelle fattispecie consentite, sono tenute a darne comunicazione ai referenti, al fine delle necessarie azioni da intraprendere, anche in merito alle comunicazioni a terzi sulla politica aziendale.

4.2.7 Utilizzo dei beni aziendali e del tempo/lavoro
Il patrimonio aziendale di Studio Responsive è costituito dai beni fisici materiali, quali ad esempio computer, stampanti, attrezzature e immobili, nonché da beni immateriali, quali ad esempio informazioni riservate, software e know-how specifico di settore. La protezione e conservazione di questi beni costituisce un valore fondamentale per la salvaguardia degli interessi societari. Ognuno è e deve sentirsi responsabile dei beni aziendali che gli sono stati affidati in quanto strumentali all’attività svolta. È cura di ogni collaboratore nell’espletamento delle proprie attività aziendali non solo proteggere tali beni, ma impedirne l’uso fraudolento o improprio. L’utilizzo di questi beni da parte dei collaboratori deve essere pertanto funzionale esclusivamente allo svolgimento delle attività aziendali. Ogni persona è tenuta ad operare con diligenza per tutelare i beni aziendali, attraverso comportamenti responsabili ed in linea con le procedure operative predisposte per regolamentarne l’utilizzo, documentando con precisione il loro impiego.
 Studio Responsive si riserva il diritto di impedire utilizzi distorti di propri beni ed infrastrutture, attraverso l’impiego di sistemi di controllo e di analisi e prevenzione dei rischi, fermo restando il rispetto di quanto previsto dalle leggi vigenti. 
Il personale non può svolgere, durante il proprio orario lavorativo, altre attività non congruenti con le proprie mansioni e responsabilità organizzative. L’utilizzo dei beni aziendali, quali ad esempio locali, attrezzature, informazioni riservate di Studio Responsive non è consentito per interesse personale di alcun genere.

4.2.8 Partecipazione ad attività antisociali e criminali
Al personale di Studio Responsive viene fatto divieto di intrattenere rapporti di alcun genere con organizzazioni ed elementi coinvolti in attività antisociali e criminali, che minacciano la società o la vita dei cittadini.
 Di fronte a domande estorsive, da parte di soggetti antisociali e criminali, le persone rifiuteranno ogni compromesso e si asterranno da esborsi in denaro o altre prestazioni.
 Ugualmente Studio Responsive rifiuta qualsiasi attività nel campo degli illeciti riguardanti la pornografia o a maggior ragione la pedopornografia. 
In tutti i casi si manifestassero attività o richieste attinenti a quanto sopra il personale ne informerà immediatamente i propri referenti e/o i vertici di Studio Responsive.

4.3 Condotta nelle relazioni con i clienti e discenti
Studio Responsive si impegna a non discriminare arbitrariamente i propri discenti e clienti, nel rispetto delle particolarità derivanti dall’attività svolta. 
Non costituisce attività discriminatoria la valutazione con riferimento ad alcuni criteri preventivamente individuati.

4.3.1 Rapporti e comunicazioni con clienti e discenti
I contratti e le comunicazioni devono essere:

- conformi alle normative vigenti, tali da non configurare pratiche elusive o comunque scorrette

- completi, così da non trascurare alcun elemento rilevante, ai fini della decisione di clienti e discenti

Nel rapporto con i destinatari dei servizi di consulenza e comunicazione e dei servizi formativi i collaboratori sono tenuti alla massima correttezza, nella consapevolezza che, clienti e discenti sono i primi, fondamentali stakeholders di Studio Responsive. Consulenti, Formatori e Tutor devono mantenere in ogni occasione un atteggiamento professionale ineccepibile e deontologicamente corretto, teso a favorire in ogni modo la crescita della persona e dell’azienda cliente, evitando di instaurare rapporti che possano nuocere al risultato finale del servizio. Non sono ritenuti accettabili, qualunque siano le circostanze, episodi di intolleranza, discriminazione e razzismo.

4.4. Condotta nei rapporti con i fornitori

4.4.1 Scelta del fornitore

I processi di acquisto sono improntati alla ricerca del miglior vantaggio per Studio Responsive, alla concessione delle pari opportunità ai fornitori/collaboratori, alla lealtà ed all’imparzialità. La selezione dei fornitori e la determinazione delle condizioni d’acquisto di beni o di servizi sono basate su una valutazione obiettiva della qualità e del costo, nel rispetto e nei vincoli delle normative di legge o di regolamento, nonché delle garanzie di assistenza e di tempestività, fermo restando eventuali criteri di valutazione privilegiata preventivamente individuati.

4.4.2 Integrità ed indipendenza nei rapporti
Le relazioni con i fornitori e/o collaboratori sono oggetto di un costante monitoraggio e valutazione da parte di Studio Responsive, anche in riferimento alle attività di rendicontazione, certificazione e monitoraggio a cui è tenuta. I documenti scambiati con i fornitori devono essere opportunamente archiviati; in particolare, quelli di natura contabile e/o fiscale, devono essere conservati per i periodi stabiliti dalla normativa vigente.

4.4.3 Tutela degli aspetti etici nelle forniture
Nella prospettiva di conformare l’attività di approvvigionamento ai principi etici adottati, Studio Responsive potrà introdurre, per particolari forniture o servizi e se ritenuto necessario, requisiti di tipo sociale.

4.5. Condotta nelle relazioni con i soci del capitale di Studio Responsive

4.5.1 Comunicazioni ed informazioni societarie
Le informazioni societarie divulgate all’esterno devono essere in ogni caso tempestive e coordinate. Le persone incaricate di divulgare al pubblico informazioni sotto forma di discorsi, partecipazioni a convegni, pubblicazioni o qualsiasi altra forma di presentazione, devono attenersi alle disposizioni della Direzione, ottenendone la preventiva autorizzazione. Le comunicazioni devono essere veritiere, chiare, trasparenti, non ambigue o strumentali: esse devono, infatti, essere coerenti, omogenee e accurate, complete e trasparenti, nonché conformi alle politiche ed ai programmi aziendali.
I collaboratori sono tenuti a non fornire informazioni societarie a organi di comunicazione di massa senza esserne stati specificamente e previamente autorizzati da uno dei membri del CDA.

4.5.2 Trasparenza contabile
Al fine di assicurare trasparenza e completezza dell’informazione contabile, la documentazione dei fatti da riportare in contabilità a supporto della registrazione deve essere chiara, completa, corretta e archiviata per eventuali verifiche.

4.5.3 Consiglio di Amministrazione
Il Consiglio di Amministrazione è il momento privilegiato, per l’instaurazione di un dialogo tra i soci e gli amministratori di Studio Responsive, e gli organi operativi.

4.6. Condotta nei rapporti con le Pubbliche Amministrazioni
Con il termine Pubblica Amministrazione si intende qualsiasi persona, soggetto, interlocutore qualificabile come pubblico ufficiale o incaricato di pubblico servizio, che operi per conto della Pubblica Amministrazione, centrale o periferica, o di autorità pubbliche di vigilanza, autorità indipendenti, istituzioni comunitarie, nonché di soggetti privati concessionari di un pubblico servizio. 
I rapporti con il sistema pubblico risulta particolarmente rilevante nell’ambito della tipologia dell’attività di Studio Responsive. 
I rapporti con le Istituzioni, la gestione di trattative, l’assunzione di impegni e l’esecuzione di rapporti, di qualsiasi genere con la Pubblica Amministrazione e gli Enti Locali necessari per lo sviluppo delle attività di Studio Responsive, sono riservati esclusivamente alle funzioni aziendali a ciò delegate.
Pertanto qualunque rapporto si attivi tra un collaboratore e persone facenti parte della Pubblica Amministrazione/ Enti Locali, riconducibile ad ambiti di interesse di Studio Responsive, deve essere segnalato dall’interessato alla Direzione Generale che, valutata la correttezza di tale rapporto nel contesto delle specifiche mansioni/progetto, ne mantiene evidenza.
I rapporti devono essere improntati alla massima trasparenza, chiarezza, correttezza e tali da non indurre a interpretazioni parziali, falsate, ambigue o fuorvianti da parte dei soggetti istituzionali con i quali si intrattengono relazioni a vario titolo.

4.6.1 Correttezza e lealtà
Studio Responsive intende condurre rapporti con la Pubblica Amministrazione con la massima trasparenza ed eticità di comportamento. Il personale deve astenersi da qualsiasi comportamento che possa ledere l’imparzialità e l’autonomia di giudizio della Pubblica Amministrazione. Particolari cautele devono essere osservate nelle operazione relative a eventuali procedure di bandi, gara, contratti, autorizzazioni, concessioni, licenze, richieste di finanziamenti di provenienza pubblica. Nel caso in cui Studio Responsive abbia la necessità di avvalersi di prestazioni professionali di dipendenti della Pubblica Amministrazione, in qualità di consulenti o per distacco, deve essere rispettata la normativa vigente.

4.6.2 Regali, omaggi e benefici
Nessuna persona di Studio Responsive può elargire denaro, oppure offrire vantaggi economici o altre tipologie di benefici a soggetti della Pubblica Amministrazione, allo scopo di ottenere incarichi o altri vantaggi, personali o per Studio Responsive. 
Non è ammessa alcuna forma di regalo che possa essere interpretata come eccedente le normali pratiche commerciali o di cortesia, o comunque rivolta ad acquisire trattamenti di favore nella conduzione di qualsiasi attività collegabile a Studio Responsive; in particolare, è vietata qualsiasi forma di regalo a funzionari pubblici, o a loro familiari, che possa influenzarne l’indipendenza di giudizio allo scopo di ottenere trattamenti più favorevoli o prestazioni indebite o vantaggi di vario genere. Quanto sopra non può essere eluso ricorrendo a terzi.
I regali offerti devono essere documentati in modo adeguato per consentire verifiche e autorizzazioni del responsabile di funzione o dei referenti. Copia della documentazione rilevante (ad esempio, il documento di trasporto) deve essere conservata.
Qualora una persona di Studio Responsive riceva, da parte di un componente della Pubblica Amministrazione, richieste esplicite o implicite di benefici, fatto salvo il caso di omaggi di uso commerciale e di modesto valore, ne informa immediatamente il proprio superiore gerarchico o il soggetto cui sia tenuto a riferire, per l’adozione delle opportune iniziative.

4.6.3 Iniziative nei confronti della P.A.
Studio Responsive, qualora lo ritenga opportuno, può sostenere programmi di enti pubblici intesi a realizzare utilità e benefici per la collettività, nonché le attività di fondazioni ed associazioni, sempre nel rispetto delle normative vigenti e dei principi del presente codice.

4.7 Condotta nei rapporti con le autorità di vigilanza e controllo
Studio Responsive impronta i propri rapporti con le Autorità di Vigilanza e di Controllo alla massima collaborazione nel pieno rispetto del loro ruolo istituzionale, impegnandosi a dare sollecita esecuzione alle loro prescrizioni.

4.8 Condotta nei rapporti con la collettività

4.8.1 Rapporti economici con partiti, organizzazioni sindacali ed associazioni
Studio Responsive non finanzia partiti sia in Italia che all’estero, loro rappresentanti o candidati, né effettua sponsorizzazioni di congressi o feste che abbiano un fine esclusivo di propaganda politica.
 Studio Responsive si astiene dall’assoggettarsi a qualsiasi pressione, diretta o indiretta, da esponenti politici; per esempio, non accetta segnalazioni per le assunzioni, né stipula contratti di consulenza aventi finalità analoghe.
 Studio Responsive non eroga contributi ad organizzazioni con le quali può ravvisarsi un conflitto di interessi (ad esempio, sindacati). È tuttavia possibile cooperare, anche finanziariamente, con tali organizzazioni per specifici progetti, nel rispetto delle seguenti condizioni:

- destinazione chiara e documentata delle risorse

- espressa autorizzazione da parte delle funzioni preposte, nell’ambito di Studio Responsive.

4.8.2 Contributi e sponsorizzazioni
Studio Responsive può aderire alle richieste di contributi limitatamente alle proposte provenienti da enti e associazioni dichiaratamente senza fini di lucro, con regolari statuti ed atti costitutivi, che siano di elevato valore culturale o benefico o che coinvolgano un elevato numero di cittadini. Le attività di sponsorizzazione, che possono riguardare i temi del sociale, dell’ambiente, dello sport, dello spettacolo e dell’arte, sono destinate solo ad eventi che offrano garanzie di qualità o per i quali Studio Responsive può collaborare alla progettazione, in modo da garantirne originalità ed efficacia. Nella scelta delle proposte cui aderire, Studio Responsive presta particolare attenzione ad ogni possibile conflitto di interessi di ordine personale o aziendale.

4.9 Condotta nella diffusione di informazioni

4.9.1 Comunicazione all’esterno
Ogni attività di comunicazione rispetta le leggi, le regole, le pratiche di condotta professionale ed è realizzata con chiarezza, trasparenza e tempestività. 
È vietata ogni forma di pressione o di acquisizione di atteggiamenti di favore da parte dei mezzi di comunicazione.
 Per garantire completezza e coerenza delle informazioni, i rapporti di Studio Responsive con i mass-media sono riservati esclusivamente alle funzioni preposte.

5. PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI CONSEGUENTI ALLE VIOLAZIONI
Le disposizioni del presente codice sono parte integrante delle obbligazioni contrattuali assunte dal personale, nonché dai soggetti aventi relazioni con Studio Responsive. La violazione dei principi e dei comportamenti indicati nel codice etico compromette il rapporto fiduciario tra Studio Responsive e gli autori della violazione, siano essi amministratori, dipendenti, consulenti, collaboratori, eventuali clienti o fornitori.
 Le violazioni saranno perseguite da Studio Responsive, nei seguenti termini:
 per quanto concerne i dipendenti, attraverso provvedimenti disciplinari adeguati, indipendentemente dall’eventuale rilevanza penale dei comportamenti e dall’instaurazione di un procedimento penale, nei casi in cui le condotte costituiscano reato. In particolare, le sanzioni saranno conformi alle regole ed alle logiche del contratto di lavoro applicato.
per quanto riguarda consulenti, collaboratori, eventuali clienti e fornitori, verranno attivate modalità specifiche di richiamo, sino alla risoluzione del rapporto contrattuale. Anche in tal caso verrà data la possibilità all’interessato di fornire precisazioni e chiarimenti sul comportamento contestato;
 per quanto concerne gli amministratori, attraverso graduate sanzioni applicate dall’OdV sino alla revoca del mandato;
 per quanto concerne l’OdV, attraverso graduate sanzioni applicate dal Consiglio di Amministrazione, sino alla revoca dell’incarico.
 E’ fatto salvo l’eventuale risarcimento dei danni.
Le sanzioni sono dettagliatamente previste nell’Allegato A, che segue.

ALLEGATO A al Codice Etico
Sanzioni Disciplinari
Criteri di applicazione
Le violazioni alle regole indicate nel Codice Etico potranno dare origine alle sanzioni indicate di seguito.
 Salve le vincolanti disposizioni di legge (ad es. art. 7 legge 300/70) sulle modalità di contestazione e di comunicazione delle violazioni e delle sanzioni, per qualsiasi soggetto l’applicazione delle sanzioni dovrà essere preceduta dalla contestazione scritta degli addebiti, con facoltà di presentazione da parte dell’interessato delle proprie giustificazioni entro un termine massimo di giorni cinque, salve le disposizioni inderogabili di legge e/o del CCNL. 
In casi particolari potrà anche essere disposta la sospensione dei rapporti o delle funzioni, in attesa delle decisioni adottate oppure in attesa delle verifiche compiute dall’Autorità Giudiziaria oppure da altre Autorità. Peraltro tali decisioni non costituiscono condizione per l’applicabilità delle presenti sanzioni.

Le sanzioni saranno determinate in concreto, anche in relazione:

- alla intenzionalità del comportamento o al grado di colpa;

- al contributo causale in caso di pluralità di soggetti coinvolti nella violazione;

- al comportamento complessivo ed alla personalità del soggetto;

- alla oggettiva gravità dei fatti.


Misure nei confronti dei dipendenti diversi dal Dirigente

I comportamenti, tenuti dai dipendenti, in violazione delle singole regole comportamentali dedotte nel codice etico sono definiti come illeciti disciplinari.
 Le sanzioni irrogabili, nei riguardi dei dipendenti, rientrano tra quelle previste dal vigente CCNL di riferimento (nella specie CCNL Agenzie Formative), nel rispetto delle procedure previste dall’articolo 7 – Sanzioni disciplinari della legge 300/1970 (Statuto dei lavoratori) e del medesimo CCNL, nonché di eventuali altre disposizioni speciali applicabili.

Le sanzioni, applicate secondo il principio della proporzionalità e secondo la gravità dei fatti addebitati potranno essere le seguenti:

a) richiamo verbale;

b) richiamo scritto;

c) multa non superiore all’equivalente di 3 ore di stipendio base;

d) sospensione dal lavoro e dalla retribuzione sino ad un massimo di 3 giorni
e) licenziamento, con o senza preavviso.

Misure nei confronti dei dirigenti
Applicazione delle misure più idonee, in conformità a quanto previsto dal Contratto collettivo nazionale di lavoro dei dirigenti del settore. In particolare la violazione delle disposizioni citate potrà costituire giusta causa di licenziamento.

Misure nei confronti degli amministratori e/o dei sindaci
In caso di violazione del presente codice da parte di amministratori e/o sindaci di Studio Responsive, l'OdV informerà l’intero Consiglio di Amministrazione ed il Collegio Sindacale dello stesso, i quali provvederanno ad assumere le opportune iniziative previste dalla vigente normativa. Tenuto conto che gli amministratori di Studio Responsive sono nominati dal CdA nonché membri dello stesso CdA, nell’ipotesi in cui sia stato disposto il rinvio a giudizio di amministratori, presunti autori di un reato da cui deriva la responsabilità amministrativa di Studio Responsive, si stabilisce che sia l’OdV insieme ai soci a deliberare in merito alla revoca del mandato. Nel caso di sentenza di condanna, anche di primo grado, per i reati previsti dal Decreto, l’amministratore e/o il sindaco condannato dovrà darne immediata comunicazione all'OdV, che procederà ad informarne l’intero Consiglio di Amministrazione, come sopra indicato.

Misure nei confronti di collaboratori e consulenti esterni

I soggetti legati a Studio Responsive da rapporti di collaborazione o di consulenza che pongano in essere, nell’esercizio della loro attività, comportamenti in contrasto con le disposizioni contenute nel codice etico potranno essere sanzionati con l’interruzione del relativo rapporto, eventualmente sulla base di apposite clausole risolutive espresse, inserite nei contratti stipulati con tali soggetti. È fatta salva l’eventuale richiesta di risarcimento, qualora da tale comportamento derivino danni.

Misure nei confronti dei soci
In caso di violazione dei principi del codice Etico poste in essere dai Soci possono venire applicate le seguenti sanzioni:

- richiamo, verbale o scritto

- sospensione temporanea delle agevolazioni e/o iniziative previste per i Soci

- esclusione dalla Società.

Misure nei confronti dell’OdV
In caso di violazione delle disposizioni del codice etico da parte del o dei membri dell’OdV, il Consiglio di Amministrazione provvederà all’adozione dei provvedimenti opportuni, quali il richiamo o la revoca del mandato conferito. È fatta salva l’eventuale richiesta di risarcimento, qualora da tale comportamento derivino danni.

I finanziamenti europei sono oggi una grande opportunità per le PMI. Il problema è che pochi sanno come ottenere il sostegno finanziario da parte dell’Unione europea per far crescere il proprio business. Nel 2017 il programma europeo Horizon 2020 erogherà 438 MILIONI di euro attraverso lo SME Instrument a beneficio delle Piccole e Medie Imprese altamente innovative.

50.000€ a fondo perduto per predisporre uno studio di fattibilità. È online il nuovo corso e-learning sullo SME Instrument - Lo strumento di Horizon 2020 che finanzia l'innovazione nelle PMI

 

Consulenza

Ci piace pensare di non vendere servizi, ma di offrire soluzioni per migliorare la vita lavorativa dei nostri clienti rendendo le loro aziende più performanti.

Formazione

In un mercato sempre più competitivo, cerchiamo ogni giorno soluzioni intelligenti per l’aggiornamento professionale e la formazione continua, questo è il nostro impegno.

Comunicazione

Che si tratti di un catalogo, di un sito web, della creazione dell’immagine aziendale coordinata o di un’intera campagna, on-line oppure off-line, il risultato è sempre cucito addosso.

Ci hanno scelto